Mustang Mach-E e la batteria in inverno

02 febbraio 2022

Ricarica Mach E Wallbox

Il mercato delle auto elettriche è in forte ascesa. Raddoppiano le elettriche su strada nel 2021, con le Phev e Bev che hanno registrato un balzo del 128,34%, con 136.754 mezzi immatricolati.

Nel 2021 sono state immatricolate 67.255 auto elettriche a batteria (+107% sul 2020) e 69.499 Phev (+153,75%). Le auto con la spina raggiungono il 9,35% sul mercato totale, contro il 4,33% dell'anno precedente.

Ford Mustang Mach-E è ormai un’auto dal successo consolidato. I numeri delle vendite nel 2021 ne certificano il successo: in Europa nel terzo trimestre sono state immatricolate 10.161 unità e il 2022 si apre con un altro grande risultato. A gennaio in Italia Ford Mustang Mach-E è l’auto più immatricolata tra le vetture elettriche del segmento D ed è nella Top Ten delle vetture elettriche più acquistate.

Sul web cresce l’interesse per l’auto che ha scritto una nuova pagina in casa Ford. La community di Mach-E, e in generale delle vetture elettriche, si confronta sui temi più caldi che riguardano autonomia, prestazioni e infrastrutture.

Per orientare al meglio la scelta dei futuri clienti vogliamo dare il nostro contributo e raccontarvi tutto quello che c’è da sapere su Mustang Mach-E in inverno.

La batteria di Mach-E in inverno

Con l’arrivo dell’inverno le prestazioni delle batterie possono risentire in modo evidente delle temperature rigide. Autonomia e velocità di ricarica ridotta sono la diretta conseguenza del clima invernale.

Per capire bene cosa succede dobbiamo ricordarci che una vettura elettrica ha il suo cuore pulsante nella batteria. Gli elettrodi, cioè i poli negativo e positivo tra i quali avviene il flusso di elettroni, sono sensibili agli sbalzi di temperatura. Nulla di nuovo dunque, poiché anche sulle auto endotermiche in inverno aumentano i consumi a causa delle basse temperature di accensione. Per le auto elettriche, in inverno, questo si traduce in un’autonomia e una capacità di ricarica inferiore.

Nel prossimo futuro grazie alle batterie litio-zolfo autonomia e capacità di ricarica, anche a temperature estreme, verranno ottimizzati. Oggi però abbiamo bisogno di alcuni accorgimenti.

Accorgimenti per l’inverno

Mustang Mach-E è dotata della funzione “Intelligent Range”, la cosiddetta “autonomia intelligente”. Questo nuovo tipo di software permette di visualizzare sul display un'autonomia residua molto affidabile e in linea con l’utilizzo che si fa della vettura. Il software che calcola un percorso attraverso il sistema di navigazione (Power my trip – pianificatore di viaggio), tiene in considerazione anche lo storico di guida ed i seguenti aspetti nel visualizzare l’autonomia residua:

- Dati meteorologici (lungo il percorso e a destinazione)

- Topografia del percorso (es. i dislivelli)

- Dati sul traffico (es. ingorghi con andatura a elastico)

Preriscaldamento a basse temperature

In caso di temperature rigide, l’Intelligent Range “riserva” una parte della capacità della batteria ad alto voltaggio per portare il veicolo alla temperatura operativa ottimale (precondizionamento delle batterie). Tuttavia, se sul veicolo viene “programmata la partenza”, la capacità "riservata" della batteria viene invece aggiunta all'autonomia residua, aumentandola. Se si preimposta l'orario di partenza tramite l'applicazione FordPass (Dettagli veicolo - Gestione Batteria - Programma partenze) o tramite il menu del touch-screen nel veicolo stesso, allora nessuna capacità della batteria HV è "riservata" per il riscaldamento.

Il preriscaldamento della batteria, quindi, è il modo migliore per garantire le massime prestazioni della propria Mustang Mach-E. La batteria va mantenuta tra i 20 e i 25°C, sotto questa soglia infatti le capacità si riducono sensibilmente, come si può facilmente sperimentare anche con altri dispositivi come gli smartphone. Secondo i test effettuati dalla American Automobile Association, un’auto elettrica a -6°C perde circa il 12% di autonomia rispetto all’utilizzo ad una temperatura di 23°C.

Un altro accorgimento è quello di ricoverare l’auto in un luogo chiuso e partire subito dopo averla staccata dal cavo di ricarica.

Riscaldamento dell’abitacolo

Un altro aspetto importante che incide sull’autonomia è il riscaldamento dell’abitacolo. Come visto già sopra, il consiglio anche in questo caso, è lo stesso: preriscaldare l’abitacolo quando l’auto è ancora attaccata alla corrente e scollegarla prima di partire. Va tenuto presente che funzioni come il riscaldamento del volante e il riscaldamento dei sedili incidono nel consumo totale di energia.

Stile di guida

Anche se queste caratteristiche non hanno un effetto diretto sull’autonomia visualizzata, aiutano a mantenere alto il livello di autonomia e consentono di migliorare il proprio stile di guida per ottimizzare i consumi. La funzione “Pedale unico”, permette di recuperare il livello più alto di energia dissipata durante le fasi passive di guida ed è attivabile/disattivabile direttamente dallo schermo Touchscreen, tutto in tempo reale. Tutte le impostazioni e l’utilizzo dell’energia per singolo viaggio (funzione “il mio viaggio”) possono essere visualizzate attraverso lo schermo centrale in modo da avere sempre ben chiaro come si è sfruttata l’energia del pacco batterie. La scelta delle gomme può incidere notevolmente. Oggi sul mercato esistono diversi pneumatici studiati per le auto elettriche e migliorano prestazioni e consumi nei vari terreni di utilizzo, anche quelli invernali.

Aerodinamicità

L’aerodinamicità è un aspetto davvero fondamentale per le auto elettriche: ridurre le turbolenze di aria intorno alla vettura migliora l’autonomia chilometrica. Il coefficiente Cx indica la resistenza aerodinamica che incontra un veicolo che si muove su strada fendendo l’aria. Per Mustang Mach-E il coefficiente di penetrazione aerodinamico è meno di 0,30. 

Curiosità

Bjorn Nyland è tra i più famosi youtuber e quando si parla di autonomia non possiamo non citarlo. Nelle mani di Nyland è passata anche Mustang Mach-E che è stata testata a basse temperature lungo le strade della Norvegia. La batteria di Mach-E è stata consumata totalmente guidando la vettura prima con velocità di 90 km/h, e poi di 120 km/h.

Mustang Mach-E ha avuto un consumo di 240 Wh/km alla velocità più bassa, ovvero una autonomia di circa 350 km, mentre nel test più severo ha totalizzato 320 Wh/km, ovvero 263 km.

Bjorn fa notare come il fatto che ci fossero i tergicristalli in funzione possa aver influenzato in parte la prova, anche se non di molto. La temperatura esterna, -5 gradi, è molto più rigida di quelle di tante città italiane in inverno.

Qui link al video: www.youtube.com/watch?v=1BgzSopM3fQ

 

PER RIASSUMERE:

  • Imposta un orario di partenza con precondizionamento abitacolo tramite FordPass quando la vettura è in ricarica: questa funziona riscalda il tuo veicolo utilizzando l’energia della rete elettrica anziché quella della batteria.
  • Utilizza le funzioni di riscaldamento sedili e volante (se disponibili) e abbassa la temperatura del riscaldamento per ridurre l’assorbimento elettrico.
  • Utilizza il parabrezza riscaldabile e il lunotto termico per sbrinare i cristalli anziché usare il climatizzatore, che utilizza più energia, per eliminare eventuale condensa.
  • Utilizza le funzioni di ricircolo dell’aria, in questo modo riscaldi l'aria più calda dell’abitacolo piuttosto che l'aria fredda esterna. Ricorda di non metterti alla guida con i cristalli appannati.
  • Controlla la pressione degli pneumatici e regolala come da indicazioni del Manuale Utente.
  • Frena delicatamente quando è possibile farlo in sicurezza, per evitare di sprecare energia: la batteria non è in grado di recuperare tanta energia istantanea alle basse temperature.

Condividi

Richiedi informazioni

LA TUA RICHIESTA

La Ford Italia S.p.A. tratterà i tuoi dati personali riportati di seguito per dar corso alla tua richiesta. I tuoi dati potranno essere condivisi con il FordPartner per consentirci di evadere la tua richiesta. Per maggiori informazioni sul trattamento dei tuoi dati, l'eventuale trasferimento all'estero nonchè sui tuoi diritti, si prega di consultare l'Informativa Privacy della Ford.

Letta l’Informativa Privacy che ti preghiamo di leggere, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per finalità di marketing tramite e-mail, posta, sms e telefono fisso/mobile con o senza operatore.



Con il tuo consenso la Ford Italia S.p.A. comunicherà i tuoi dati personali al Ford Partner Interauto S.P.A. che li potrà trattare per inviare comunicazioni commerciali e/o promozionali su prodotti e servizi da questi offerti, nonchè effettuare ricerche di mercato (“Marketing terze Parti). Letta l’informativa Privacy, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per finalità di marketing tramite e-mail, posta, sms e telefono fisso/mobile con o senza operatore.